Motivazione - dieta - allenamento # 5

Buon lunedì! Come va?
Sono in terribile ritardo con il post di oggi e non sono neanche riuscita a ricambiare le vostre visite, cosa che cerco di fare sempre. Ma perdonatemi, ma stiamo trascorrendo qualche giorno in Sicilia, nostra terra di origine, ed i giorni sono così pochi ed intensi che ultimamente non sono riuscita ad avere molto tempo da dedicare al pc. Poi qui è ancora agosto... ma non per modo di dire, agosto per davvero! Siamo partiti da Milano quasi con i cappotti ed, anche se ci avevano avvertito, non credevamo di trovare caldo al punto di stare ancora a mezze maniche e con le infradito. Siamo pur sempre a metà ottobre ed, appena usciti dalla prima influenza di stagione, tutto potevo aspettarmi che avrei potuto mettermi in costume se solo lo avessi portato! Mannaggia, così diventerà davvero difficile tornare...

Ma ora vediamo com'è andata la settimana dal punto di vista della motivazione e della dieta.

MOTIVAZIONE
Sono partita contenta ma preoccupata per questa breve parentesi da trascorrere fuori. Diciamolo pure, molto preoccupata dal pensiero di non riuscire a fronteggiare gli effetti delle varie occasioni di socialità, che questi giorni di vacanza a casa delle nostre famiglie ci avrebbero offerto. Penso che questa della socialità sia una preoccupazione comune, mentre si è a dieta (per quel che mi riguarda, ne ho già parlato qui). Il cibo è per definizione socialità, ma sto cercando di convincermi che non è detto che, se si sta a dieta, bisogna chiudersi in un convento ed uscirne solo dopo aver perso i chili che si deve perdere! Anche se in effetti sarebbe molto ma molto più facile e sbrigativo, secondo me! ;-)
Certo, le occasioni di socialità forse possono comportare un rallentamento del proprio percorso di perdita peso, ma è importante non farsi prendere dal panico, rischiando di non godersi niente, di auto-flagellarsi e di colpevolizzare se stessi e gli altri. Davvero una brutta faccenda!
Sto cercando di fare di tutto per educarmi ad avere il giusto atteggiamento mentale anche in questo e di non farne un dramma per qualche concessione che mi faccio; se un giorno ho un invito, cercherò di ricordare che l'invito non deve rappresentare la scusa per mandare la dieta in vacanza e cercherò di essere cosciente delle mie scelte per limitare i danni; vorrà dire che sceglierò le cose meno grasse e caloriche ed il giorno seguente mi muoverò di più. Non sempre ci si riesce, ma è inutile lamentarsi inutilmente, far pesare agli altri il fatto che si è a dieta o piangere sul latte versato. Se non si è esagerato con le concessioni, tutto può rientrare nei ranghi entro poco e non è il caso di farsi prendere dal panico, ricordandosi che
  • se si corregge il proprio modo di pensare, anche tutto il resto finisce per mettersi a posto
Link
  • ogni giorno rappresenta una nuova occasione per cambiare modo di vivere
Link
  • e se le cose vanno male, o almeno non come si vorrebbe, facciamo in modo da non peggiorare la situazione!
DIETA
Eh già, qualche concessione senza drammi. Ma ve lo dico, in terra di Sicilia, stare a dieta è una vera tortura ed il mio self-control potrebbe vacillare da un momento all'altro! E' praticamente un continuo bombardamento di profumini nell'aria a tutte le ore del giorno ovunque vada... questa storia dei profumini l'ha notata persino Alessio, il chè è tutto un dire, visto il suo scarso interesse per il cibo!
Insomma credo che, se rimango ancora qui, mi sognerò di essere rincorsa da un arancino! ;-)
In questi giorni mi è passato di tutto sotto il naso, dalla pasta al forno, alla polpette della suocera, alla frittura di pesce della mamma, alla salsiccia alla brace, ai gelati al pistacchio, ai cannoli, al pane caldo, agli arancini e alla tavola calda più buona di questo mondo e molto molto altro... Ho detto di no a molte cose, qualcosa l'ho solo assaggiata e di qualcosa obiettivamente ne avrei potuto fare a meno! Ma credetemi, è un vero casino resistere a tutto e non vedo l'ora di tornare ai miei regimi normali! "Occhio non vede, cuore non duole!"
Mi piacerebbe dirvi che l'ago della bilancia si è mosso all'ingiù, ma non credo proprio che possa essere una cosa verosimile, anche se in effetti qui non sono riuscita a pesarmi. A questo punto spero solo di non avere brutte sorprese, quando mi peserò tornata a casa... ma non credo, dai! ;-)


ALLENAMENTO
E se con questa settimana fuori casa, la dieta non è andata del tutto in vacanza, c'è andato però ahimè il movimento. Difficile trovare spazio quando non sei a casa tua. Ogni volta ce n'è una, lo so!
Però, ora che torno a casa, vorrei riprendere da dove ho lasciato. Non so se state provando già quei video di fitness che vi ho segnalato le altre settimane (qui e qui); per quel che mi riguarda, prima di partire, cominciavo già a sentirmi molto più sciolta nell'eseguirli. Quindi, appena torno, credo che aggiungerò anche quest'altro allenamento. 

3 commenti:

katia B ha detto...

Ciao, grazie per i complimenti, mi piace decorare torte con la pdz, il tuo blog è molto bello, fai delle bellissime foto.
Anche se questo post mi ha messo un pò di angoscia, dovrei cominciare anche io una dieta.....
Dopo la gravidanza ho messo un pò di kili e non riesco a buttare via.....
Ciao a presto

Mary ha detto...

Dieta ! Non me ne parlare ,ho iniziato lunedì e già martedì ho finito di farla ! Che seccatura !!
Altro che mezze maniche ! Io sono ancora con i vestiti scollati super estivi!
Baci e buone vacanze!

clara ha detto...

@Katia: Grazie a te Katia! Beh, consolati... siamo in molte in lotta con i chili dopo la gravidanza! Io, nonostante gli sforzi, sono ancora mooolto lontana dal togliermeli di dosso! :-(
@Mary: già, una grande seccatura, specie se abiti in Sicilia e sei bombardato dalle cose slurpose da mangiare che trovi in ogni dove! ;-)
'Mazza che clima che c'era nella nostra bella città, ho rimpianto di non aver portato qualcosa di super-estivo anch'io! ;-)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...