Spaghetti alle vongole con crema di fiori di zucca allo zafferano

Il vostro umore non è dei migliori e siete alla ricerca di qualcosa che vi tiri su?
Beh, anch'io l'altro giorno mi sentivo un po' così, anzi ero un po' sull'incavolato andante, direi. Per fortuna però sapevo di avere un po' di tempo a disposizione per farmi passare l'incavolatura e per rilassarmi un po' in cucina a preparare qualcosa di buono, che sarebbe senz'altro servito a rimettere in sesto il mio umore e fare felici i miei due uomini!
Non siamo soliti mangiare la pasta di sera, ma in quella circostanza una bella spaghettata era proprio quello che ci voleva! E vi assicuro che il risultato è stato al di là delle migliori aspettative!
Provate anche voi!



Spaghetti alle vongole con crema di fiori di zucca allo zafferano (x 4 persone)
350 gr di spaghetti
1 kg di vongole con il guscio
100 gr di fiori di zucca
3 spicchi di aglio
1 mazzetto di prezzemolo
olio e.v.o.
sale*
pepe

In una padella con i bordi alti, ho fatto rosolare nell'olio 2 spicchi di aglio ed ho fatto aprire le vongole. Ne ho sgusciate circa la metà, le ho scolate dal loro liquido e messe da parte in una ciotola.
In un'altra padella ho fatto rosolare lo spicchio di aglio rimanente insieme a metà del prezzemolo ed ho poi unito i fiori di zucca, precedentemente puliti, asciugati e privati dei gambi e dei pistilli. Dopo qualche minuto ho aggiunto il brodo rilasciato dalle vongole ed ho continuato la cottura per 4-5 minuti. Alla fine ho spolverato con un po' di pepe ed ho frullato il composto nel mixer, ottenendo una cremina.
Ho lessato la pasta e l'ho scolata molto al dente, conservando un po' di acqua di cottura. Poi l'ho saltata nella padella (dove avevo cotto le vongole), versando la crema di fiori di zucca, stemperata con un po' di acqua di cottura, ed unendo alla fine le vongole. Infine ho servito gli spaghetti, cospargendoli con un po' di prezzemolo fresco.

* il sale è servito solo per l'acqua della pasta.

26 commenti:

Silvia Mammabook ha detto...

Io quando ho aperto il blog per un anno manco mi sono accorta dei commenti! Poi piano piano ho capito che dovevo muovermi e sopratutto ricordarmi di lasciare dei commenti, e ne è valsa la pena perché ho fatto qualche bella amicizia!
Però mi stupisco sempre quando un blog apre e in meno di un mese fa tantissime visite e ha tantissimi seguaci... non so come facciano, e non mi interessa, non ho il tempo per occuparmi così tanto del blog.
Per me il blog è sempre stato il mio piccolo mondo a parte, e mi sembra così stupido fare dei corsi per imparare ad essere se stessi... ma ovviamente non insegnano quello, giusto?
La ricetta è meravigliosa, ma fiori di zucchina in Germania non ne ho visti... quando mi ospiti? ;)

Casale Versa ha detto...

Sono così d'accordo con te cara Clara che ti abbraccerei! ok, ho uno schermo e lascio perdere ;D
Però devo sdrammatizzare perchè sono così nervosa grazie a questo fatidico argomento che potrei sbrodolare parole e parole.. parole danche d'insulto verso chi si è anche preso gioco della mia persona e della mia attività.
Il mio è lavoro ma non sono mai stata falsa, ho sempre detto le cose come stanno.. eppure la scelta di aprire un blog, diverso tempo fa, è nata dalla mia immensa passione per la mia azienda e la grande richiesta dei miei clienti di osservare cosa giorno dopo giorno combiniamo a Cà Versa.
Tutto naturalmente porta aspetti positivi, poter conoscere migliaia di persone, e aspetti negativi.. dei quali non intendo parlare.. ma sono tanti.
Io continuo per la mia strada, che credo sia anche la tua.. bisogna mantenere il nostro piccolo mondo blogger bello e soddisfacente per prima cosa per NOI! Io rileggendo mi emoziono.. e per questo non c'è niente al mondo che mi farà mai balenare l'idea di chiuderlo.
Apprezzo te Clara dalla prima volta che sono capitata qui.. sento che c'è anche un affinità reciproca, ecco inizia ad accontentarti di noi.. e con il tempo chissà.. magari ci vedremo e la conoscenza virtuale diventerà reale e solida.
Lo spero davvero!
Un abbraccio e grazie per questo splendido post. (anche se c'è stato uno sfogo.. mi è servito, grazie ancora)

isabella ha detto...

Ciao Clara, meno male che hai postato oggi il post, domani parto e non sarei riuscita a leggerlo per risponderti. Che dirti? Anch'io salto da una ricetta al cucito ai pennelli e mi piace che sia così perchè così è la mia vita e quello che faccio nelle mie giornate.Io ho semplicemente la gioia di condividere con chi ha voglia di vedere le mie creazioni, prendere ispirazione da altri blog e se capita trovare nuove amicizie.Che dirti d'altro? Avere sempre l'entusiasmo nella vita e sperare che possa servire a qualcuno! Una mia carissima amica piena di problemi, non ha un blog e non ha potuto iscriversi al mio, pur leggendomi sempre, un giorno mi ha detto che guardare il mio blog la rasserena. Cascasse il mondo terrei aperto il mio blog solo per questo!!!Buona estate!
Isabella

clara ha detto...

@Silvia: a volte non ce la si fa materialmente con il tempo a lasciare commenti a tutti e a ricambiare tutte le visite, nonostante gli sforzi, specie quando si seguono centinaia di blog. Quando ero agli inizi e lasciavo qualche commento in qualche blog con tanti lettori, ci rimanevo male se non mi rispondevano e questo cerco sempre di ricordarmelo, ma non sempre riesco a ricambiare.
Solo che non riferivo a questo, ma proprio al fatto che ci debbano essere corsi per fare quello che facciamo. Ciò non fa altro che alimentare il clima competitivo che già si sente nell'aria e che non fa altro che snaturare quello che stiamo facendo. Fra poco, con la scusa che non c'è lavoro in giro, si inventeranno anche il corso per aprire e chiudere un rubinetto, dicendoci che quella è la nuova professione del futuro. Facciamo che il blog rimanga un posto dove esprimersi e basta e non omologhiamolo come tutto il resto!
Ma dai, lì non ci sono fiori di zucchina? Che poi sono di zucchina e chissà perchè li chiamiamo tutti di zucca! Ma certo che ti invito, sarebbe davvero bello! Baci!
@Valeria: guarda Valeria, mi fai sempre rimanere senza parole per la tua carineria e garbatezza! Ti ringrazio molto! Sono lusingata dalle tue parole e fa piacere sapere di essere compresi anche quando si è voce fuori dal coro! Mi sa che ne avremo da parlare, ma tranquilla capiterà prima o poi e sarà come se ci fossimo sempre conosciute! Vero? Ma non capiti a Milano? altrimenti ci sono sempre le mail! Baci e grazie!
@Isabella: hai detto bene: la vita è fatta di una varietà di cose ed un blog dovrebbe servire ad esprimerle a proprio modo e, se poi il fatto di condividere possa giovare a qualcun altro, allora è un bell'incentivo per continuare! Ed il tuo è sicuramente un bell'incentivo! Ti auguro delle belle vacanze e grazie per avermi risposto! Baci!

Un fiore di Crilà ha detto...

Cara Clara, mi sei mancata! Tra le mie ferie e le tue è un pò di tempo che non passo a trovarti. Anche io ultimamente ho notato un pò troppa competizione tra i blog, anche tra blog che all'inizio sembravano semplicemente dei diari personale e in pochissimo tempo sono diventati dei blog da professionisti. Mah!
Che dici Clara, lo organizziamo noi un corso dove spieghiamo che il blog è uno spazio personale e che uno gestisce come vuole e che soprattutto tra i suoi scopi ha anche quello di conoscere altre blogger, che poi sono persone reali, che magari vivono lontano da noi e che la loro frequentazione può essere oltre che un piacere anche uno stimolo? Scusa lo sfogo e la logorrea, ma mi è servito leggere il tuo post! Un bacione grandissimo
Cristina

moni ha detto...

Hai proprio ragione, si respira un'aria di competizione... ma basta non mettersi in competizione! Certo che il fermento che traspare nei blog, ti mette voglia di migliorarti (nel design, nei contenuti...), ma poi, come nel mio caso, ognuna fà i conti con il proprio quotidiano, e dà delle priorità alle cose... Io mi accontento...
Un abbraccio e tutta la mia comprensione.
Moni

Enrica - Vado...in CUCINA ha detto...

ciao Clara, il mio blog è aperto da febbraio e anche io ho notato dinamiche che non mi piacciono, ma il problema è quello di riuscire a sfuggire da queste dinamiche di concorrena e gelosie, bisogna distaccarsi e guardare cosa si vuole ottenere dal blog poi è normale che ci siano persone più o meno brave, più o che dedicano più o meno tempo, il risultato non cambia bisogna essere sempre se stessi e alla lunga si è sempre "vincenti" ti abbraccio con affetto poi aggiungo che questo è il tuo spazio e puoi scrivere quello che vuoi, chi ti legge deve accettare anche dei momenti in cui hai voglia di dire quello che non va

serena (io imparo con la felicità) ha detto...

io il mio blog lo vivo senza molti pensieri, anche se mi rendo conto anche io che girano molti sistemi e addirittura corsi per migliorare il proprio blog, sistemi per farlo diffondere di più o essere più seguito. non so tanto che pensare a riguardo, certamente tutto questo è figlio di un modo oramai consolidato di approcciare alle cose: la competitività e la prestazione ottimale, che volendo ci può anche stare dato che se pubblichi lo fai per essere letto e l'offerta è talmente ampia da cercare un modo per spiccare.
però io d'istinto non mi sono mai accostata a queste cose, perchè appunto penso che si perda un pò di spontaneità e si aggiungano molte sovrastrutture che in un certo senso "spersonalizzano" l'intimo modo che ognuno d noi ha di interpretare il proprio spazio. per esempio lo so che scrivere un blog che non sia monotematico (come il mio) ne limita la diffusione, ma penso che se questo è quello che ci voglio mettere dentro vorrà dire che la diffusione sarà quella che ci può essere, di chi trova interessante leggere cose diverse, accomunate però da un dato: il mio modo di viverle!
un abbraccio

Ste ha detto...

Ciao carissima, a me ha fatto molto piacere leggere questo tuo post ed anche tutti i commenti.
Finalmente ho trovato persone che condividono i miei dubbi ed i miei pensieri su questo particolare mondo: quello dei blog.
Anche io dubito che si possa realmente crearsi un'entrata di un certo valore con il blog...come molte vogliono farci credere...Il mio blog esprime me stessa. Parlo dei miei interessi, di cio' in cui credo, e condivido i miei 'esperimenti piu' riusciti' ..non ho ancora avuto incontri spiacevoli, al contrario ho conosciuto tante belle persone.
....Potrebbe essere piu' bello, piu' tecnologico...ma questo richiede tempo ..troppo tempo che non voglio ribare alla mia famiglia...
Scusa se mi sono dilungata...
A presto
Ste

MotoPerpetuo ha detto...

Io credo che sia tutta una questione di scelte. Io ho scelto di aprire il blog per tenere un diario della mia vita, del resto non ho particolari talenti e credo di aver poco da insegnare agli altri, perciò l'aspetto professionale non l'ho neanche mai considerato.
E' vero che spesso si avverte una sorta di competizione nella blogosfera, corsi, istruzioni e consigli...anche a me piacerebbe migliorare qualcosa del mio blog, se solo ne fossi capace e avessi il tempo per farlo, ma solo per ricevere le persone che vengono a salutarmi in un posto carino e accogliente.
Al di là questo, quello che si legge nel blog sono io con le mie tante angolazioni, i miei pensieri, le mie idee. E a me va bene così.
Spesso non riesco a rispondere ai commenti, mai per snobismo, piuttosto è mancanza di tempo, o mancanza di parole adeguate alla risposta. Quoto quello che ha detto Moni, basta non farsi assorbire dal vortice della competizione e andare avanti per la propria strada: nel web c'è posto per tutti!

Artemisia1984 ha detto...

una ricetta fantastica, mi piace molto l'accostamento di sapori.

Io i miei blog li tengo per passione e non è facile aggiornarli spesso, ma la passione muove il mondo! ;)

Silvia Mammabook ha detto...

Clara, davvero, mi marito non ci credeva quando in Italia gli ho fatto vedere le zucchine fiorite e gli ho detto che l'avremmo mangiate! Ora ovviamente le ama...

Casale Versa ha detto...

..e così, da un bellissimo post conosci persone intelligenti, interessanti e con un'idea comune.
Penso che trarrò qualche punto per scrivere un post sul mio blog.. naturalmente ti renderò partecipe.. e chissà prima ci facciamo una bella chiacchierata Clara bella a faccia a faccia! Ti abbraccio forte!

Dani ha detto...

Il mio rapporto con il blog sta cambiando. Sino ad ora è stato il mio grande hobbie, la mia distrazione rispetto ad un lavoro che non mi rendeva molto felice. Ora che la mia vita sta un pò cambiando anche il mio rapporto con il blog sta cambiando, ma non so che forma prenderà... Ti terrò infornata!
La ricetta mi ispira un sacco, ma devo conservarla perchè ancora per un pò di mese dovrò rinunciare ai mitili...
Tanti baci

Sara ha detto...

E certo che questo piatto di spaghetti dona allegria... e in questi tempi ne abbiamo bisogno tutti.
Per ora il mio blog resta unicamente un divertimento e poi con lo schifo di foto che faccio non potrei pretendere altro...

clara ha detto...

@Cristina: ciao Cri, anche tu mi sei mancata! Brava, essere blogger porta con se tante cose positive tra cui conoscere, confrontarsi, condividere e possibilmente migliorarsi! Grazie a te e bacioni!
@Moni: anche tu l'avverti, eh? Giusto, basta non mettersi in competizione. Ognuna di noi ha le proprie prerogative, la sua storia e soprattutto il proprio tempo da spendere per il blog, perchè, ricordiamolo, c'è anche altro nella vita! Baci
@Serena: sul fatto di migliorare il proprio blog, anche esteticamente, e fare di tutto perchè venga letto da più persone, mi sembra una cosa legittima, altrimenti è meglio avere un diario personale che leggi solo tu e fine! Basta però non lasciarsi troppo divorare dalle strategie, perdendo di vista qual'è lo scopo primario del proprio blog, tutto qui. Baci
@Ste: anche a me fa piacere il fatto di essere stata compresa così bene, anche se mi dispiace molto che quello che avverto io, lo avvertiate anche voi!Secondo me, il blog può essere un buon biglietto da visita per qualcos'altro, ma mi fa tanto ridere la definizione "professional blogger" e su questo ci sarebbe tanto da dire, ma mi voglio tenere fuori dalle polemiche, come ho detto! Sul fatto poi del tempo da investire sul blog, beh quello non è mai sufficiente e da migliorare c'è sempre. Baci
@Moto Perpetuo: hai pienamente ragione! Il blog è come la propria casa, se è carino, si è anche più contenti di ricevere i propri amici! Ma diamo alle cose il giusto peso e continuiamo ad andare avanti così per la nostra strada! Baci
@Artemisia: hai detto la parolina magica: PASSIONE! Facciamo di tutto per non perderla! Baci
@Silvia: Oh che bello avere una moglie italiana che ti fa mangiare persino i fiori! ;-)
@Valeria: sono molto felice che la pensi così e che le affinità e l'empatia si percepisca a pelle persino via web! Chiacchieriamo quando vuoi! Baci
@Dani: credo che il proprio blog possa aprire delle porte, essere da tramite per intraprendere nuove "avventure" e quando succede, credo che sia la cosa più bella del mondo, soprattutto in un periodo così nero dal punto di vista lavorativo! Ti auguro di cuore che questo accada! Tengo le dita incrociate per te!
A dieta di mitili? Colesterolo?
Baci
@Sara: eh già, a volte una bella spaghettata può farti cambiare umore! Continuiamoci a divertire con il nostro blog, al di là di tutto! Baci



05 luglio 2013 11:32

Marina Spada ha detto...

Ciao Clara,
ho letto con attenzione e condivido quel che pensi.
Blogger di professione?
Non credo proprio di essere tagliata per questo mestiere. Anch'io passo da un argomento all'altro, mi piace cambiare e non sono costante neppure nel pubblicare i post.
A Blog appena aperto, vedevo questo mondo come un'isola felice, ma ho avuto modo di rendermi conto che non è affatto così.
Sarà la crisi, o forse altro, ma ci sono molte tensioni.
Per fortuna ci sono ancora persone che vivono il blog in modo umano ed è bello poter interagire con loro.
Facciamoci una spaghettata e ridiamoci su ;-)
Buon weekend,
Marina
P.S.
Grazie mille per i complimenti!

La Donna della Domenica ha detto...

Ciao Clara!
finalmente riesco a scrivere.
Come ti ho già detto via e-mail...
Sai che io mica lo so cosa fa una blogger di professione...?
Ma, soprattutto, fare blog E' una professione?

Francamente io mi sento sempre in netta inferiorità rispetto ai blog che vedo in giro, non ho il tempo e le energie per "competere" (non è esattamente la parola che cercavo, ma non me ne viene in mente un'altra ora) con loro e, visto che comunque dovrebbe essere un divertimento va bene così. D'altro canto se dovesse diventare una "professione" (?) alla fine probabilmente non mi piacerebbe più, perchè lo vedrei come imposizione. Proprio come il lavoro reale che faccio (bleah!).

Semplicementedani ha detto...

Ciao Clara, grazie per la ricetta! Per il discorso delle blogger professioniste sono d'accordo con te! Oramai è diventata quasi una moda e quello che dovrebbe essere un posticino tranquillo dove esprimersi in libertà (io la penso così riguardo ai blog, e così è il mio!) diventa una mera occasione di guadagno... che c'entra, ovvio che ognuno cerca come può di sopravvivere in questo mondo senza occasioni di lavoro, ma penso che come tutte le altre mode, prima o poi passerà! Dani

loredana dattolo ha detto...

Che aspetto invitante.....complimenti devono essere uno spettacolo!!!

Sara L'arcobaleno di Sara ha detto...

Ciao Clara,
le tue parole arrivano come una manna dal cielo. Proprio in questi giorni mi chiedevo se fossi l'unica a sentire questa "trasformazione". Fino a poco fa frequentavo più blogger di fai-da-te che di cucina e devo dirti che mi sentivo in un mondo più "fresco".
Io non voglio mica fare la blogger per professione!!! Il blog dovrebbe essere uno svago, e io ho deciso che il mio resterà tale...anche facendo qualche passo indietro.
Un abbraccio
Sara
ps: gli spaghetti sono troppo invitanti!

clara ha detto...

@Marina: vedo che non sono solo io ad avvertire che qualcosa è cambiato in questo mondo... sarà la crisi? Boh, l'importante è continuare a coltivare il nostro spazio con genuinità e rispetto verso gli altri. Ci capiamo perfettamente!
@Sabrina: quanto è vero, alla fine anche la cosa più piacevole che ci possa essere, se la si sente come un lavoro, può diventare anche molto pesante!
@Dani: d'accordissimo anche con te! Non c'è niente di male di cercare nel blog qualcosa di più, può essere un buon punto di partenza per fare qualcosa di bello e di grande (se si ha fortuna e non solo la capacità), ma di lì a dire che di professione si è blogger, beh...
@Loredana: grazie mille!
@Sara: allora mi sa che è un'epidemia, visto che tutte stiamo avvertendo la stessa cosa! Da una parte mi rincuora, perchè non sono l'unica, dall'altra mi dispiace molto! Beh, noi continuiamo a fare quello che stiamo facendo e alla lunga i nodi vengono al pettine! Io sono di quest'idea! Grazie!

Arianna ha detto...

Ciao Clara, hai proprio ragione, un post davvero interessante!!!! E quella cremina di fiori di zucca mi ispira tantissimo!!!!!!

kid's modulor ha detto...

Si, in effetti è vero quello che dici. Io per esempio ho aperto il mio blog da più di un anno e per molti mesi è rimasto uno spazio senza nessun lettore. Un giorno mi ha scoperto progettincorso perchè ho postato un lavoro loro e soltanto allora mi è sembrato reale essere visibile e pubblica e non ti nego che mi sono molto emozionata. Quando qualcuno lascia un commento mi da grande soddisfazione, e quando qualcuno decide di seguirmi anche, ma mi piace che venga fatto perchè c'è un interesse reale sul mio blog, non per ricambiare visite e commenti. Mi sento bene nella mia minuscula dimensione e sono contenta di essere entrata in contatto con alcune persone che apprezzo, a contagocce, ma per me va bene così. In realtà mi piacerebbe seguire di più alcuni blogs, ma non ho proprio il tempo, quindi ogni tanto faccio un salto qua e la, giusto per il piacere di mantenere un contatto vivo. Andiamo avanti così per favore, sono d'accordo con te!.

La ricetta degli spaghetti sembra buonissima!, Un abbraccio. Adriana.

Rosa Catera ha detto...

Ciao Clara, sono Rosa del Blog di IdeaLab, gestisco questo spazio per dar voce a le amiche che partecipano al nostro laboratorio "reale" sono arci daccordo con te!!!A volte vengo presa dall'ansia di prestazione, ricevo inviti, giveaway , linky party ecc, mi dico che dovrei partecipare per una maggiore visibilità poi, però, mi chiedo cosa valgono 100 followers che ti riempiono di pomposi complimenti che servono solo a far salire il contatore dei fans? Mi piace rispondere ai commenti sinceri e conoscere persone con le quali scambiare idee , progetti e contenuti ...il resto non mi appartiene......proveremo la ricetta ho già l'acquolina in bocca !

http://laboratoriocreativoidealab.blogspot.it/

clara ha detto...

@Arianna: anche tu allora averti questo? Mannaggia, siamo davvero in tantine...! E vabbè, facciamoci 'sta spaghettata che tira su! ;-)
@Adriana: ma certo Adriana e poi il fattore tempo non è affatto trascurabile, anche per il blog, che è come un bambino che ha bisogno ogni giorno di cure costanti ed è chiaro che, se uno ha già un lavoro a cui dover star dietro, non può di certo fare i salti mortali per stare appresso anche al blog tutti i giorni!
Grazie del tuo pensiero! Baci!
@Rosa: ciao Rosa, grazie anche a te per la tua testimonianza! Cercare di avere più visibilità e di migliorare il proprio blog credo che sia sacrosanto, ma cerchiamo appunto di non perdere genuinità, spontaneità e soprattutto la passione! A presto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...