Gnocchetti di pane e bietole selvatiche

Buon sabato a tutte, anche se purtroppo con questo brutto tempo non è che si possa fare grandi progetti per questo w-end ed è forse meglio starsene in casa, ma mi piace consolarmi pensando al pieno di sole e di natura che siamo riusciti a fare la settimana passata, grazie ai giorni di festa. 

Ed è proprio durante una passeggiata all'aperto che ho raccolto le bietole selvatiche di questa ricetta. Che meraviglia! Ah, come mi piacerebbe riuscire a riconoscere altre verdurine selvatiche, una vera e propria risorsa, ma non mi azzardo a rischiare se non ne sono più che certa. Al momento la mia conoscenza del settore si ferma alle bietole, che forse sono le più semplici da riconoscere tra le verdure spontanee! E poi per una come me, nata e vissuta in città per la maggio parte della propria vita, direi che così è già un bel traguardo. Ma posso sempre studiare...

Fatto sta che unendo queste bietole di campo ed un po' di pane raffermo (ancora? Sì, ancora... mi sa tanto che stiamo proprio esagerando a comprarlo!) ne è uscito fuori un bel mangiarino che Alessio, e non solo, si è pappato molto volentieri!
Gnocchetti di pane e bietole selvatiche (x 4 persone)
200 gr pane raffermo
400 gr bietole selvatiche (o altra verdura tenera)
400 ml latte
1 patata media
1 uovo
3 cucchiai circa pangrattato
2 cucchiai circa farina
2 spicchi aglio
noce moscata
sale
olio e.v.o.

Per il condimento:
2 spicchi aglio
burro
salvia
rosmarino
parmigiano grattugiato

Ho spezzettato il pane in una ciotola e l'ho ammollato nel latte tiepido per circa 1 ora.
Ho rosolato l'aglio nell'olio ed ho saltato la verdura in padella, che essendo tenerissima si è cotta subito. Comunque bisogna fare evaporare tutta l'umidità.
Ho lessato a parte una patata e, una volta cotta, l'ho sbucciata e l'ho passata nello schiaccia-patate.
Ho lavorato un po' il pane con le mani per disfarlo meglio e per fare assorbire uniformemente tutto il latte.
Ho tagliato finemente la verdura cotta e l'ho aggiunta al composto di pane disposto a fontana, unendo anche l'uovo, la patata schiacciata, la noce moscata ed il sale. Ho ammalgamato gli ingredienti, lavorando tutto l'impasto con le mani ed aggiungendo poco per volta prima il pangrattato e poi la farina. L'impasto finale deve essere compatto ma soffice.
Ho infarinato la spianatoia, ho diviso l'impasto in tanti piccoli "serpentelli" di circa 1 cm di diametro, dai quali ho cominciato a tagliare gli gnocchetti che ho riposto in un vassoio infarinato.
Ho fatto riposare in frigo gli gnocchi per una mezz'oretta e nel frattempo ho preparato il condimento, rosolando nel burro gli spicchi d'aglio, la salvia ed il rosmarino.
Poi ho buttato gli gnocchetti nell'acqua calda salata, e li ho scolati con una schiumarola appena sono venuti a galla. Bastano solo 2 minuti! Li ho poi conditi con il burro aromatizzato ed abbondante parmigiano.

Con questa ricetta estremamente "low cost" partecipo al contest della Ely "E tu... di che peccato sei?", per la categoria AVARIZIA!
BUON W-END!!!

5 commenti:

Ely ha detto...

Meravigliosi!!!!! che piatto divino hai creato con pochi ingredienti, la fantasia e la creatività sono una dote preziosa! grazie di cuore per aver partecipato! un bacione

Aretusa ha detto...

Il tuo blog è fantastico!
Bellissime foto, ottime idee, buonissime ricette... Non posso credere che soon solo la trentesima follower.
Ti metto nel mio blog-roll!!
Un abbraccio!!!
Aretusa

clara ha detto...

@Ely: mi fa piacere che ti piaccia! Di necessità, virtù... non riesco a buttare niente in cucina! Incrocio le dita! Bacioni
@ Aretusa: Che complimentoni! Grazie 1000! Ti ho risposto nel tuo blog. Bacioni

Valentina ha detto...

buonissima..arrivo di lungo ma non mi perdo miente!!!

Torte & Decorazioni ha detto...

Sono favolosi,sono appena arrivata sul tuo blog e ti rubo subito una ricetta :))

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...