martedì 28 febbraio 2012

Parlando di torte di compleanno per bambini...

Buongiorno, come state? Io un po' acciaccatella! Alessio è guarito meno male poverino, ma adesso spero che non venga qualcosa a me. Incredibile, io che ho sempre avuto degli anticorpi di ferro e che quando ero piccola pregavo per ammalarmi per non andare a scuola, ma invece niente. Adesso invece da quando Alessio va al nido è un continuo. Beh, le cose sono due: o con la vecchiaia sto perdendo smalto o i virus di adesso non sono più quelli di una volta! Comunque mi scuso per non essere riuscita in questi giorni a venire a fare una capatina nei vostri blog e farvi un salutino. Mi rifarò!
Ma intanto che cerco di finire un po' di progetti che ho in corso, parliamo di torte.
Sì di torte, perchè fra poco sarà il secondo compleanno di Alessio. Ormai non è più un Buffacchiotto, ma è già un ometto con il suo carattere ben definito. E che carattere, ragazzi! Non si può dire affatto che sia un tipino semplice e tranquillo...!!!
Anche i gusti e le preferenze si cominciano a delineare. Ovviamente a questa età sono attratti dalle cose stra-colorate, così sto pensando di fare una torta super-stra-colorata per il suo compleanno. L'anno scorso, che abbiamo festeggiato il suo primo compleanno giù in Sicilia con i nonni, siamo voluti andare sul sicuro ed abbiamo ordinato la torta in pasticceria. Ma quest'anno voglio pensarci io! Beh, una cosa è pensare di fare una cosa ed un'altra è riuscire a farla, anche perchè ancora ho un po' le idee confuse su come farla. Speriamo bene... Tra l'altro non so neanche se fare una torta più grande o due più piccole, visto che festeggiamo il compleanno di Alessio insieme ad una bambina che è nata appena due giorni prima di lui.
Intanto è bene che inizi a studiare ed a cercare qualche ispirazione! E' già un inizio, no?

Vi faccio vedere quindi come vorrei che fosse la torta di compleanno di Alessio e di Manila, ma che non è detto che sarà! Avevo trovato delle torte spettacolari, ma escludendo ovviamente le torte a piani (non è proprio il caso!), ho voluto fare una selezione di torte differenti tra loro ma più fattibili (???) e più alla portata di mamma (???), anche se ce ne sono alcune un po' più elaborate ed altre meno. Diciamo così...
Insomma, mi basterebbe avvicinarmi anche solo lontanamente ad una di queste bellissime torte!





 



E allora? Che dite? Quale vi piace di più? Che faccio, ci provo?

giovedì 23 febbraio 2012

Come fare dei rotolini di carta riciclata

Che bella giornata oggi a Milano! Per favore ditemi che sta arrivando la primavera! Non ne possiamo più di malanni vari... l'asilo è una bella cosa, ma tra raffreddori, tossi & co. è davvero un continuo.
E vabbè questo mese sta andando un po' così, un po' in affanno ed un po' a rilento. Ma la giornata di oggi fa ben sperare, che dite? Un po' di luce e di colore fa sempre bene all'umore. E chissà se anche fare qualcosa di colorato può essere un buon rimedio contro i malanni di stagione? Chissà... ormai le provo tutte!

Ecco cosa sto facendo con la carta delle riviste.


Spero di essere in grado di mostrarvi presto il lavoro concluso.
Questo è il mio quinto progetto che faccio usando questo tipo di carta (gli altri li trovate qui, qui, qui e qui). Prima o poi riuscirò a finirlo, ma intanto vi faccio vedere come si fanno questi rotolini.
Trovo che usare questa tecnica possa essere un'idea carina per ottenere delle composizioni fatte di materiale completamente di riciclo. C'è persino chi, come la bravissima amica blogger Clod, fa addirittura dei gioielli.
Chi si interessa di riciclo conosce bene questa tecnica e forse troverà questo post un po' banale o un po' una replica. Ma anche se io non ho inventato niente, vi do lo stesso la mia versione anche se credo che ci siano diverse varianti sul tema.

L'occorrente è:
  • fogli di carta di riviste
  • tagliacarte o taglierino
  • riga o squadra
  • piegacarte (facoltativo)
  • stecchino di legno
  • colla a stick

- Si piega il foglio, nel senso della larghezza o della lunghezza a seconda dell'occorrenza, ricavando delle strisce tutte uguali.
- Si piega in due parti una striscia. Perchè la piega venga più netta serve un piegacarte, altrimenti vi potete aiutare con la squadra stessa come ho fatto io.
 - Si apre la striscia e si piegano i due lembi verso l'interno, seguendo la piega centrale della striscia.
 - Si ripiega ancora la striscia lungo la piega centrale. La striscia finale ripiegata deve essere 1/4 della dimensione della striscia di carta non ripiegata.
- Con l'aiuto di uno stecchino si comincia ad arrotolare su se stessa la striscia ripiegata, proseguendo con le dita e tenendo la carta bene in tensione.

- Si  incolla la parte finale con la colla a stick, tenendola per qualche secondo tra le dita per farla aderire.

Ed ecco il rotolino. Basta farne un bel po'....
Finirò prima o poi!!!

Intanto ne approffitto per ricordarvi che c'è ancora tempo fino al 29 febbraio per partecipare al mio 1° giveaway.


E poi anche se siamo già a giovedì e la settimana è quasi finita, con enorme soddisfazione vi annuncio che questo blog è stato nominato a concorrere per essere il blog più creativo della settimana. Una iniziativa di Alessandra di  http://cecrisicecrisi.blogspot.com/. Le altre colleghe blogger sono molto brave, ma se vi  piace la creatività che c'è in questo blog, potete votare andando sul suo sito a questo indirizzo. Per votarmi c'è ancora tempo fino alla fine di questa settimana.
GRAZIE A TUTTE!!!

giovedì 16 febbraio 2012

Frittelle di Carnevale - la mia versione

Ed oggi non potevo fare mancare le frittelle di Carnevale ad Alessio, che tornando da scuola ha trovato queste per merenda.


La ricetta (di proprietà dei nonni di Alessio!) è semplicissima, senza uova o lievito nell'impasto, e se non le avessi già mangiate prima di farle e avessi letto solo la ricetta con i suoi pochissimi ingredienti, avrei pensato che ci poteva essere qualche errore! E invece no. Vengono buonissimissime!
Io ho scelto di farle piccoline con una forma a girella per farle mangiare ad Alessio, ma voi potrete sbizzarrirvi; vi consiglio però di farle più grandi e più spesse (almeno un dito) rispetto a come le ho fatte io, così saranno più piene e morbide dentro ma croccanti fuori, così come le avevo provate la prima volta fatte dai nonni.
Così come le ho fatte io vengono buone, ma più croccanti.

Frittelle di Carnevale
400 gr farina 0
100 gr fecola di patate
1.250 lt acqua
2 cucchiai zucchero
scorza di 1 limone grattugiato
cannella in polvere
liquore (facoltativo)
un pizzico di sale

olio di semi
zucchero semolato (da spolverare sopra)

In una pentola ho messo l'acqua, cannella, il limone, lo zucchero, il sale (ed il liquore se si vuole) ed ho portato ad ebollizione. Ho poi spento la fiamma, ho aspettato che l'acqua finisse di bollire ed ho aggiunto tutta insieme la farina setacciata, mescolando continuamente con un cucchiaio di legno fino a raggiungere un composto omogeneo. Mi raccomando di aspettare che l'acqua finisca di bollire prima di versare la farina, altrimenti vengono i grumi.
Ho fatto raffreddare l'impasto su di una spianatoia di legno. Poi, dopo aver lavorato leggermente l'impasto con le mani, ho cominciato a ricavare tanti serpentelli tutti dello stesso spessore (almeno un dito), arrotolandoli su se stessi e fermandoli bene per evitare che si aprano durante la frittura.
Per farle gonfiare bene, ho fritto le frittelle in una padella larga con olio bollente che le ricopriva per metà e rigirandole su se stesse un sola volta fino a farle diventare dorate.
Le ho poi riposte su carta assorbente e quando si sono raffreddate le ho cosparse con abbondante zucchero semolato.

Ops, mi sa tanto che finiranno presto!!! ;-)

Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina

Maschere di Carnevale per mamme un po' "fru-frù"!

Ma voi li vestite i vostri bimbi per Carnevale? Visto che non so (ancora) cucire nel vero senso della parola, ho desistito dall'idea di fare qualcosa in casa ed ho deciso di comprare un costume nuovo per Alessio. Anzi a dire il vero sono stati gli zii, che in visita da noi gli hanno comprato un bellissimo costume da draghetto. Quindi lui sta a posto! L'unico dilemma è dove andare con questo freddo, visto che sotto il costume il giubbotto è difficile che entri. Pazienza, al massimo lo metterò sopra anche se non mi piace affatto.
E noi? Sì noi mamme che pensiamo sempre agli altri e mai a noi stesse! Il web è pieno di ispirazione per maschere e costumi per bambini, ma si può trovare anche qualcosa per noi.
Personalmente ho avuto sempre una certa antipatia per i travestimenti. Ma adesso che c'è Alessio il mio lato giocoso ed un po' fru-frù un po' assopito e trascurato si è cominciato a risvegliare. Mah, da non crederci! Mai dire mai! Penso che basterebbe solo una bella mascherina per giocare e divertirsi un po'. Sarà forse perchè comincio ad avere qualche ruga in più e che così si vedrebbero meno? Ma nooooooooo, certo che no!!! ;-D

Guardate un po' cosa ho trovato in rete!

Per la bellissima maschera qui sotto c'è anche un bel tutorial, non dovrebbe essere troppo difficile farla.

Oppure se ne trovano molto molto carine già pronte in vendita sul web, come queste, anche se un po' costose perchè sono in pelle.

Oppure ancora qualche ispirazione con queste.

E allora che ne dite? Vi ho un po' convinto? Riuscirete ad essere un po' fru-frù?
Io chissà se ci riuscirò... chissà!
BUON GIOVEDI' GRASSO!

mercoledì 15 febbraio 2012

Il nostro menù di S. Valentino

Parlando di feste comandate, anniversari, compleanni & co. ho sempre paura di cadere nell'ovvio e di dire banalità, così tiro avanti e come promesso vi presento il nostro menù di ieri, tanto il mio pensiero l'ho già più o meno espresso.
A S. Valentino solitamente preparo con più cura una bella cenetta, cercando di concentrarmi sulla presentazione dei piatti e mettendo quel tocco di originalità che l'occasione richiede, pur preparando piatti piuttosto semplici. Preferisco quindi fare dei piatti unici, così non si è costretti a mangiare troppo e poi perchè con la varietà di ingredienti si può giocare un po' di più sulla presentazione.
Ecco la mia interpretazione per questo S. Valentino 2012.

Abbiamo quindi cominciato con un piatto classico, semplicissimo e a prova di bimbo, anche se un po' rivisitato nella veste.

Straccetti di pollo all'arancia con riso basmati e bietole al vapore (x 3 persone)
400 gr circa di filetto di pollo a fette
2 arance
farina
1 noce abbondante di burro
sale
finocchietto per guarnire (facoltativo)

100 gr di riso basmati
salsa di soia
bietole



Ho lavato bene il riso basmati, per togliere l'amido, e l'ho messo ammollo per più di 30 min finchè non si è un po' ammorbidito. Nel frattempo ho lavato e ho cotto a vapore prima le bietole. Dopo ho cotto sempre a vapore il riso, perchè rimanesse bello sgranato.
Ho battuto e tagliato a strisce le fette di pollo. Le ho poi infarinate e messe in una padella anti-aderente dove avevo sciolto una noce di burro abbondante.
Ho fatto cuocere il pollo a fiamma bassa, per non fare bruciare il burro, finchè non si è creata una leggera e dorata crosticina da entrambe le parti delle strisce di carne.
Ho versato sul pollo il succo delle due arance ed un po' d'acqua ed, alzando la fiamma, ho proseguito la cottura ancora per qualche minuto finchè non si è creata una salsina piuttosto densa.
Ho poi composto il piatto cercando di tenere gli ingredienti separati.
Il riso l'ho condito solo con qualche goccia di salsa di soia, niente sale.

Heart Oreo cheesecakes ai lamponi (x 2-3 porzioni)
Riducendo un po' le dosi per fare una cheesecake intera, con le dosi che vi riporto qui sotto ho riempito 2 stampini a cuore più grandi (di circa 10 cm di larghezza) + 1 stampino più piccolo. Quindi regolatevi voi a seconda delle dimensioni dei vostri.

Base:
100 gr biscotti Oreo (privati della farcitura)
50 gr burro fuso
2 cucchiaini zucchero

olio di mandorle

Crema:
125 gr Philadelphia
150 gr panna
100 gr ricotta
60 gr zucchero a velo vanigliato
2 fogli colla di pesce

Topping:
3 cucchiai di marmellata di lamponi
cioccolato bianco
lamponi
zucchero a velo




Ho unto gli stampi con con qualche goccia di olio di mandorle. Ho sbriciolato i biscotti e li ho mischiati al burro fuso, compattando il tutto nello stampo, che ho messo subito in frigo.
Ho messo i fogli di colla di pesce ad ammorbidire nell'acqua.
In una ciotola ho lavorato il philadelphia e la ricotta con lo zucchero.
A parte ho semimontato la panna, che ho poi incorporato a poco a poco agli altri formaggi. Infine ho aggiunto al composto la colla di pesce, fatta sciogliere sul fuoco.
Ho versato la crema sulla base di biscotti ed ho messo in frigo per circa 3 ore.
Trascorso questo tempo ho frullato la marmellata di lamponi per renderla più morbida e l'ho spalmata sui cuori, mettendoli stavolta in frezeer.
Ho poi sciolto del cioccolato bianco, l'ho messo in un sac-a-poche e con un cornetto a punta media ho creato la scritta LOVE su della carta da forno. Alla fine ho tirato fuori i mini-cheesecakes dal freezer una ventina di minuti prima di servire e li ho adagiati sul piatto, guarnendoli con dei lamponi freschi spolverati di zucchero a velo e la scritta di cioccolato.

Vi ricordo che, se vi è sfuggito, avete tempo fino al 29 febbraio per partecipare al mio 1° giveaway per festeggiare insieme a me il 1° anno di Creamamma.


Con questo post partecipo al Linky Party Creative Valentine de "La gatta sul tetto"

martedì 14 febbraio 2012

Buon S. Valentino!

Amore è... condividere qualcosa con chi ami!
Oggi io condivido questo!



La ricetta a domani. (Amore é... anche essere sempre di corsa per chi ami!!!)

Buon S. Valentino a chi è accoppiato e a chi no. C'è sempre qualcuno da amare... al limite si può sempre amare noi stessi, il chè sarebbe già un gran risultato! ;-)
AUGURI A TUTTI!

giovedì 9 febbraio 2012

1 ANNO DI CREAMAMMA GIVEAWAY!!!

E non crediate che nei giorni che sono mancata dal blog non abbia lavorato... Eccome, ho lavorato per voi! Sì, per voi che avete la pazienza di seguire i miei "esperimenti", per ringraziarvi e per festeggiare insieme il primo anno di Creamamma che sarà tra qualche giorno. Incredibile, non credo ancora che sia passato un anno da quando ho preso la bella decisione di aprire questo blog, che ha decisamente cambiato la mia routine quotidiana. Sono contentissima di averlo fatto, è stato un anno certamente impegnativo, ma ho fatto tante cose che non avrei mai immaginato di riuscire a fare, ho conosciuto persone interessanti e posso dire di aver imparato molto anche se per quello non si finisce mai.
Ho scelto quindi di regalarvi qualcosa di rigorosamente fatto a mano e che avesse anche un significato simbolico legato al blog. Così ho pensato che una silhouette di un bambino in braccio alla sua mamma non poteva essere più indicata. Un modo forse un po' diverso e attuale di interpretare il punto-croce.
Spero vi piaccia! Personalmente, come ho visto su molti siti e riviste, trovo molto carino e originale appendere il quadretto incorniciato direttamente con il telaio stesso, così vi regalo anche quello.
Come dico sempre, si può sempre migliorare ma stavolta ho imparato dagli errori dei lavori precedenti e adesso tutti i punti sono nello stesso verso, così il risultato finale è tutto un'altra cosa!
Ma veniamo al sodo e al GIVEAWAY.
  1. può partecipare sia chi ha un blog, che chi non ne ha
  2. nessuna regola tranne quella di lasciare un commento sotto questo post ed il vostro indirizzo mail, così potrò contattarvi in caso di vincita
  3. si può partecipare fino alle ore 24.00 di mercoledì 29 febbraio 2012
  4. l'estrazione della vincita avverrà nei giorni successivi. Per l'estrazione non ho ancora deciso se utilizzare il metodo manuale, cioè tramite le manine di Alessio, oppure il metodo usuale con il programmino random. Molto dipenderà dal numero di adesioni.
E' inutile dirvi che se decidete di iscrivervi al blog e decidete di aiutarmi a farlo conoscere, facendo un po' di divulgazione attraverso i canali che volete (il vostro blog, Facebook, Twitter, ecc.) , la cosa mi riempirà di gioia! Se quindi volete linkare questo post, utilizzate l'immagine con la scritta del giveaway facendo semplicemente copia-incolla qui sotto.



Allora vi aspetto numerose/i!!!
IN BOCCA AL LUPO A TUTTE/I!!!

Due premi in un giorno!

Con questo post voglio ringraziare tanto Elenia di Squeezeart ed Ilenia di Penso+invento+creo per avermi pensato, donandomi questi due premi che farò di tutto per meritare!



Aderisco quindi all'iniziativa, raccontando 7 cose di me, secondo quelle che sono le regole di questo giochino che gira in rete.
  1. Sono testarda all'ennesima potenza e se mi metto in testa di fare una cosa, la faccio e basta. E' solo una questione di tempo e di priorità che do alle cose, ma prima o poi arrivo anch'io a depennare tutto quello che mi sono prefissa
  2. Non riesco a stare senza pormi degli obiettivi. Peccato che forse però me ne ponga un po' troppi tutti insieme e capiti spesso che mi stressi da sola
  3. Non sopporto le ipocrisie e i conformismi
  4. Sono una buona forchetta, vorrei poter mangiare tutto quello che voglio senza ingrassare, ma non faccio parte di quelle fortunate che se lo possono permettere. Appena sgarro sono guai!
  5. Mi piacciono le persone che hanno tanti interessi o che almeno tentano di averne nonostante gli impegni
  6. In genere e non solo nel vestire, mi piace lo stile semplice, pulito, elegante con quel tocco di originalità che fa la differenza (anche se spesso vesto sportivo, casual e pratico)
  7. Non mi piacciono gli orpelli ridondanti ed inutili, ma mi piacciono i particolari e non disdegno affatto quel tocco di fru-frù che rende tutto più allegro 
E adesso, secondo la regola dei premi, dovrei scegliere dei blog da premiare.
Mi mettono sempre in crisi queste cose, vorrei sceglierli tutti, senza dover scontentare nessuno e poi ci saranno sicuramente delle nomination doppie.
E vabbè, faccio del mio meglio. Passo i due premi a
  1. Francesca di Torte e decorazioni
  2. Ely di Nella cucina di Ely
  3. Suzy Susy's kitchen
  4. Cinzia di La gatta sul tetto
  5. Federica di Petite Pooh Mon Amour
  6. Claudia di Arte-fatti
  7. Pia di Filo-so-pia

mercoledì 8 febbraio 2012

Egg & bacon alla Martha Stewart con crema di piselli

Rieccomi! Vi ho fatto aspettare un bel po' stavolta, ma la scorsa settimana più che con il freddo abbiamo avuto a che fare con la gastro-enerite di Alessio e siamo stati rinchiusi in casa lo stesso! Adesso sta rientrando tutto nella normalità, a parte una tosse bruttissima che ha ancora, ma ci mancava solo la gastro-enterite per farlo dimagrire un altro po'... sinceramente 10 kg per un bambino di quasi 2 anni mi sembrano un po' pochini. La pediatra mi ha detto quasi un po' scocciata: "ehhhh signora, lo metta all'ingrasso!". Grazie della scoperta, gli darò il cibo per endovena, visto che con i canali normali più di tanto non ne entra!
Beh, mentre mi scervellavo per farmi venire in mente qualche ricettina per allettarlo e farlo mangiare di più, ho voluto provare questa ricetta semplicissima e scenografica della cara, vecchia Martha, che avevo visto poco tempo fa sul web. A dir poco fantastica! Io l'ho personalizzata aggiungendo l'erba cipollina ed una crema di piselli, per rendere il piatto più completo e colorato. Non avrei mai detto che un semplicissimo uovo con un po' di pancetta e poco più di una fetta di pane in cassetta potessero essere così allettanti. La pancetta infatti dà un gusto favoloso a questo insolito tortino. Certo, per un bambino piccolo come lui la pancetta non è affatto indicata, così ho pensato che quando farò questo piatto per Alessio la sostituirò con del prosciutto che gli piace tanto.


Ma ecco la ricetta.

Egg & bacon alla Martha Stewart con crema di piselli (x 1 tortino)
1 fetta e mezzo di pane in cassetta integrale
1 uovo
1 o 2 fette di pancetta
100 gr circa di piselli surgelati
erba cipollina
burro
sale
pepe

Ho imburrato una teglietta rotonda. Ho tolto la crosta da 2 fette di pane in cassetta, ho ricavato una base rotonda e delle piccole strisce per i laterali per rivestire tutta la teglietta.
Ho rotto un uovo intero e l'ho disposto all'interno della teglietta, che ho messo in forno preriscaldato a 180° per circa 20-25 minuti.
In una piastra calda anti-aderente ho scottato per qualche minuto le fette di pancetta, senza farle asciugare troppo, e dopo circa 10 minuti che l'uovo era in forno e si era già rappreso le ho disposte sul tortino fino al termine della cottura.
Nel frattempo ho messo una piccolissima noce di burro in una padella ed ho fatto cuocere i piselli, aggiungendo dopo qualche minuto un po' d'acqua. Appena si sono cotti e si è asciugata l'acqua, ho aggiunto il sale e li ho frullati con il mixer.
Ho aggiunto al tortino un pizzico di sale e pepe, ho guarnito con l'erba cipollina e l'ho affiancato con la crema di piselli.

Con questa ricetta partecipo al contest A prova di bimbo il mio 1° contest di Letizia del blog Diario di cucina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...